One Vision

 

Questa canzone dalle atmosfere così magiche nasconde dei significati molto, ma molto particolari

Nel 1986 i Queen realizzano l'intera colonna sonora del film Higlander interpretato da Sean Connery. I brani prodotti vengoni pubblicati nell'album "A kind of magic", e contengono tutti un'atmosfera alquanto misteriosa. Esemplare a questo proposito è la canzone che apre l'album: "One vision". Inizia con un fruscio molto strano che ricorda il rumore del vento che soffia tra gli stipiti di una porta o tra gli infissi delle finestre. Questo suono arcano avrebbe dovuto rendere per l'appunto un'alone di mistero, di magico, come una presenza sovrannaturale che si muove. In realtà si è scoperta una cosa molto più interessante... se infatti possedete un registatore che sia in grado di leggere al contrario il brano vi invito a fare questa prova e ad ascoltare l'intro del pezzo in questa maniera. Ma dato che credo sia molto difficle che qualcuno possa possedere uno strumento del genere, vi svelo il mistero: "My sweet satana, I have just see sabbath". Per chi non lo sapesse questo tipo di messaggi subliminali furono introdotti nelle canzoni da un'altro gruppo che ha fatto la storia del rock: i "Black Sabbath". Di certo Freddie e soci non avevano intenzione di indurre i loro ascoltatori ad adorare il demonio o altre cose del genere, il loro fu solo un gesto simbolico. Inoltre il significato della frase risulta molto più chiaro se messo in relazione al testo della canzone, Sabbath era il concilio delle streghe, si fa risalire la sua leggenda al medioevo, durante questa riunione le anime delle streghe si muovevano circolarmente come un anello di vento, e lo scopo del concilio era quello di donare immortalità alle loro anime. In "One vision" si parla di "un cuore,uno spirto...una visione", e cosa di più simile a ciò può essere se non anime di streghe? per di più portate dal vento, e infatti "Ho fatto un sogno, quand'ero giovane,un sogno di dolce illusione... ma soffia un vento freddo"

Da un intervento

"One Vision"

indietro